“Water”

waterIndia, 1938. Una bambina di 8 anni, già tristemente vedova dopo un matrimonio per procura, viene rinchiusa in una sorta di miserevole prigione per vedove, come prescrive la religione induista, rinunciando ad ogni futuro. Le vedove sono considerate delle “mezze donne” (poiché alla morte del marito metà della loro anima segue la dipartita del consorte) e tale concetto pesantemente discriminatorio giustifica una serie inaudita di soprusi, fino alla prostituzione e al mercimonio di sé. In questo aberrante contesto la bimba incontrerà diverse donne desiderose di riscatto, pronte a seguire con ardore il messaggio di speranza e di rinnovamento lanciato da Ghandi. L’acqua (acqua del fiume Sacro, acqua che cade dal cielo) in tale contesto è considerata come elemento plastico, pronto di volta in volta a rappresentare la speranza del rinnovamento o la terribile realtà di morte. Film-denuncia della triste condizione di vedovanza indù, putroppo ancora attuale (come ci ricorda la regista Deepa Mehta alla fine del film). Ammirevole l’intento, peccato che il tutto si risolva in un film piatto e scontato, rigidamente dimostrativo come ogni buon film “a tesi”. La regia è troppo patinata per risultare interessante. Buone le prove degli interpreti.

 

Voto personale: 6,5

Annunci

5 risposte a ““Water”

  1. Questo film è il più chiaro esempio di cosa significhi fare un cinema esotico “da cartolina” per il pubblico occidentale.
    Il trionfo dello stereotipo e della banalità!

  2. Assolutamente sì, Davebowman… il cinema di denuncia, con film del genere, dimostra di essere definitivamente morto…

  3. no dai, a me non è dispiaciuto…
    patinato non mi è sembrato..
    poi ngli altri 2 della trilogia lo sono ancora meno..
    vedili che sono interessanti

  4. @Trinity:Dai, la regia è quanto di più piatto, stereotipato e da cartolina ci sia…la tematica è comunque nobilissima. “Fire” l’ho visto parecchio tempo fa in TV…non lo ricordo benissimo, ma ricordo che non mi impressionò più di tanto. Gli darò una seconda chance magari…saludos 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...