“Operazione paura”

operazioneUn medico legale (Giacomo Rossi Stuart, padre del noto Kim) giunge in un abbandonato paesino di campagna per far luce sulla morte di una giovane donna, perita in circostanze misteriose. L’uomo di scienza, armato di spirito risoluto e pugnace, sarà costretto a fare i conti con spiriti vendicativi, streghe inquietanti e malefici di ogni specie. Prototipo dell’horror gotico all’italiana, "Operazione paura" è il diretto discendente (a colori) della insuperata "Maschera del demonio", parto della sfrenata visionarietà del mai troppo lodato Mario Bava. Sul piano stilistico, il film, elegante e sinuoso, può dirsi perfettamente riuscito. Vi si ritrovano tutti i "luoghi" baviani per eccellenza: le soggettive (memorabile quella dell’altalena), l’uso dello zoom (più sobrio rispetto ad altri film successivi) nei momenti topici delle narrazione, il gusto per la composizione dell’inquadratura (sono tantissimi gli elementi che si frappongono tra cinepresa e scena, dai rami degli alberi alle ragnatele), il fuori fuoco, le splendide e troppo vituperate luci colorate (giallo, malva, azzurro sono i colori dominanti). Magnifiche le scene della tromba delle scale, molto Hitchcockiane. Perfetto esempio di come si possa girare un ottimo horror di atmosfera praticamente con nulla, ottenendo il massimo dall’uso delle scenografie (il film è quasi interamente girato in teatri di posa) e ottimizzando le capacità tecniche della troupe. Raccomandato.

Voto personale: 8

6 risposte a ““Operazione paura”

  1. Non sapevo che l’attore fosse il padre di Kim Rossi Stuart…comunque bel film…la scena della scala a chiocciola è bellissima…anche quella del sogno, ricorda tematiche che anni dopo ha usato Wes Craven nel suo “Nightmare”…
    Non so se lo sai, ma la bambina in realtà era un bambino…

  2. Pazzesco, un bambino.. Bava è stato molto omaggiato in America, non sapevo di Craven.. who are you? lo spirito di Camilla?

    Pickpocket83

  3. Ho appurato la tua identità… mi ero illuso che fossi lo spirito di un trapassato… torna a farmi visita quando vuoi! saludos

    pickpocket83

  4. Il mio blog l’ho inaugurato con questo film! Bellissimo capolavoro di Bava. Sono d’accordo con te (e infatti lo scrissi): spaventa con nulla.
    Un saluto. Ti aggiungo tra i preferiti immediatamente.
    Roberto

  5. Roberto: Ciao, piacere di conoscerti! se hai inaugurato il blog parlando di un film di Bava allora in automatico ti linko subito anch’io, sulla fiducia. Vengo presto a fare una visita dalla tue parti. Saluti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...