C’era una volta il Western – Top Ten Western Movie

Searchers28_jpg

1) "Sentieri selvaggi" (J. Ford, 1956)

2) "Ombre rosse" (J. Ford, 1939)

3) "Pat Garrett & Billy the Kid" (S. Peckinpah, 1973)

4) "Il mucchio selvaggio" (S. Peckinpah, 1969)

5) "C’era una volta il west" (S. Leone, 1968)

6) "Sfida infernale" (J. Ford, 1946)

7) "L’uomo che uccise Liberty Valance" (J. Ford, 1962)

8) "Mezzogiorno di fuoco" (F. Zinneman, 1952)

9) "Gli spietati" (C. Eastwood,, 1992)

10) "Balla coi lupi" (K. Costner, 1990)

NOTA BENE: Nella lista non è incluso "Johnny Guitar", per molti aspetti definibile un western, per molti altri (a mio avviso predominanti) collocabile nel melo. Se ci fosse lotterebbe di certo per una delle prime tre posizioni della classifica. Se non per la vetta. Onore e gloria al grande Nicholas Ray e alla indimenticabile Vienna, di cui sono e sarò sempre perdutamente innamorato…

Gli farò un’offerta che non potrà rifiutare… – Top Ten Mafia Movie

godfather04

1) "Il padrino – parte I" (F.F. Coppola, 1972)

2) "Mean streets – Domenica in  chiesa, Lunedì all’inferno" (M. Scorsese, 1973)

3)  "Quei bravi ragazzi" (M. Scorsese, 1990)

4) "C’era una volta in America" (S. Leone, 1984)

5) "Casinò" (M. Scorsese, 1995)

6) "Fratelli" (A. Ferrara, 1996)

7) "Scarface – lo sfregiato" (H. Hawks, 1932)

8) "Il padrino – parte II" (F.F. Coppola, 1974)

9) "Sonatine" (T. Kitano, 1993)

10) "Gli intoccabili" (B. De Palma, 1987)

Suggestioni sonore

 "Bartali" (Paolo Conte)

paolo_conte_1

 

 

 

 

 

 

 

 

Farà piacere un bel mazzo di rose
e anche il rumore che fa il cellophane
ma un birra fa gola di più
in questo giorno appiccicoso di caucciù

Sono seduto in cima a un paracarro
e sto pensando agli affari miei
tra una moto e l’altra c’è un silenzio
che descriverti non saprei

Oh, quanta strada nei miei sandali
quanta ne avrà fatta Bartali
quel naso triste come una salita
quegli occhi allegri da italiano in gita
e i francesi ci rispettano
che le balle ancora gli girano
e tu mi fai dobbiamo andare al cine
e al cine vacci tu!

è tutto un complesso di cose
che fa si che io mi fermi qui
le donne a volte si sono scontrose
o forse han voglia di far la pipì

E tramonta questo giorno in arancione
e si gonfia di ricordi che non sai
mi piace restar qui sullo stradone
impolverato, se tu vuoi andare, vai…

e vai che io sto qui e aspetto Bartali
scalpitando sui miei sandali
da quella curva spunterà
quel naso triste da italiano allegro
tra i francesi che si incazzano
e i giornali che svolazzano
C’è un po’ di vento, abbaia la campagna
e c’è una luna in fondo al blu…

Tra i francesi che si incazzano
e i giornali che svolazzano
e tu mi fai dobbiamo andare al cine
e al cine, vacci tu!

Flaiano Dixit

flaianoFamiglia con padre conservatore, figlio maggiore comunista, figlio minore fascista, madre monarchica, zio prete, figlia mantenuta e senza idee politiche: si sfidano tutti gli eventi. Maometto dice: "La varietà delle opinioni è un segno della benevolenza divina"

(da "Diario Notturno")