Thanks, David

"In autentico stile Midwest, la gente di Bloomington non è scostante ma tende ad essere riservata. Può capitare che uno sconosciuto vi sorrida calorosamente, ma in genere non ci saranno chiacchiere nella sale d’attesa o in fila alla cassa. Adesso però, grazie all’Orrore, c’è qualcosa di cui parlare che è più forte di ogni inibizione, come se fossimo tutti lì e avessimo appena visto lo stesso incidente stradale."

David Foster Wallace, "Considera l’aragosta"

 

Questa voce è stata pubblicata in addii. Contrassegna il permalink.

7 risposte a “Thanks, David

  1. Cavolo! Non sapevo fosse morto! E suicida per altro… E’ da tempo che mi dico di iniziare a leggerlo… è triste dover iniziare una lettura sapendo che comunque non ce ne saranno altri, nuovi, di suoi libri.

  2. “Anche perchè di fatto andava in giro definendosi una scrittrice post-moderna. Cosa che Non Si Fa, a prescindere da dove ti trovi. Per convenzione, è visto come un atteggiamento pomposo e sciocco. Si vantava tanto di rifiutare le convenzioni; onestamente, ci sembrava che non fosse capace di vedere oltre l’infatuazione per la propria brillante maestria nel separare la postura dalla posa, il desiderio dalla supplica. Non era il tipo di spirito libero che uno riusciva ad amare: faceva ciò che voleva, ma non era nè una persona di valore, nè libera.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...