Masters of light/ V

Sven Nykvist

  • La fontana della vergine, Ingmar Bergman (1960)
  • Come in uno specchio, Ingmar Bergman (1961)
  • Luci d’inverno, Ingmar Bergman (1963)
  • Persona, Ingmar Bergman (1966)
  • Sussurri e grida, Ingmar Bergman (1973)
  • Scene da un matrimonio, Ingmar Bergman (1973)
  • L’inquilino del terzo piano, Roman Polanski (1976)
  • Sinfonia d’autunno, Ingmar Bergman (1978)
  • Fanny e Alexander, Ingmar Bergman (1982)
  • Sacrificio, Andrej Tarkovskij (1986)
  • Un’altra donna, Woody Allen (1988)
  • Crimini e misfatti, Woody Allen (1989)
  • Celebrity, Woody Allen (1998)

10 risposte a “Masters of light/ V

  1. Li aspettavo i post sui direttori della fotografia 😉

    Torno a dire la mia immagine cult dell’artista… due “mezze facce” che si uniscono a formare un nuovo essere 😉

    Un saluto

    Chimy

  2. Lo so, so che aspettavi il ritorno di questa rubrica. Probabilmente solo tu, ma per me è più che sufficiente. :))

    Ne arriveranno altri 5…

    P.S. Chissà perchè lo immaginavo che avresti scelto quell’immagine lì.

    Saluti 😉

  3. Di questi ho visto solo L’inquilino del terzo piano, Sacrificio, Crimini e misfatti e Celebrity, tutti eccezionalemente fotografati.

  4. Non c’è che dire: una filmografia notevole. Ha lavorato per alcuni dei mostri sacri della regia. Vedo tra i titoli quei tre o quattro film che “hanno condizionato” la mia formazione.

  5. @Noodles: Cavolo. Credo lo abbia scelto come direttore della fotografia dei suoi film proprio per condividere con lui il più possibile dell’attività del suo maestro. Ho questo sospetto. :))
    Un saluto.

    @Ale: Visto parecchio! Ora magari prendi in considerazione anche Bergman nei tuoi “percorsi”. Sono sicuro che non te ne pentirai.

    @Cinemasema: Eh sì, non potrebbe essere altrimenti. Film capitali.
    Saluti, a presto

  6. Wow…questa rubrica non mi era ancora capitata sott’occhio…iniziativa molto interessante! (tra l’altro un elenco di grandi film davvero!)

  7. Ancora applauso per un altro grandissimo direttore della fotografia. Forse uno dei più grandi in assoluto. Avendo visto recentemente “L’inquilino del terzo piano” di Polanski, ho notato la potenza visiva nel modo di disporre le luci. Magnifico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...